Repubblica Italiana - Ministero della Difesa   Climatologia Logo AM
 

Aiuto alla navigazione


La divisione di Climatologia del CNMCA ha voluto scommettere sull'innovazione delle modalità di interazione sia con gli Utenti istituzionali (enti pubblici, aziende, privati cittadini) che hanno necessità di dati storici o loro elaborazioni, sia con i numerosi appassionati di meteorologia, alla ricerca di informazioni -le più svariate- a carattere climatologico. Per far questo è stato necessario investire sulle tecnologie informatiche di ultima generazione e costruire un ambiente web, facile da navigare, in grado di integrare utilità di fornitura dati con sezioni di informazione ed approfondimento sul clima.

Il servizio di fornitura dati (autenticazione e registrazione degli utenti, ricerca dei dati, gestione del carrello) insieme con le informazioni associate (effettuazione di richieste, pagamento, normative di utilizzo) è navigabile tramite la spalla sinistra del portale. La spalla ospita anche i link istituzionali del comparto Difesa e numerosi link climatologici di organizzazioni, enti, istituti, dipartimenti, servizi meteorologici nazionali ed internazionali.

L'area ad accesso libero, dedicata alle informazioni e all'approfondimento su numerosi temi del clima, è invece navigabile tramite la spalla destra e sarà esaminata più avanti. Il menu principale offre infine una possibilità di navigazione orizzontale del portale.

Spalla sinistra

Spalla destra


Servizio di fornitura dati - spalla sinistra

Il sito offre all'Utente interessato la possibilità di utilizzare le google-maps per scegliere le stazioni meteorologiche prossime alle località di suo interesse. Specificando periodo e parametri (temperatura, umidità, vento, pressione, precipitazione, visibilità, fenomeni, etc.) di interesse l'Utente potrà, anche senza effettuare la registrazione, verificare la disponibilità in archivio di dati meteo-climatici. Eventualmente, presa visione del preventivo di spesa e delle condizioni di utilizzo, potrà effettuare la richiesta, previa registrazione e autenticazione sul portale.

Esistono più modalità per effettuare la navigazione del catalogo dei nostri dati. La Ricerca avanzata presuppone che l'Utente conosca le specificità delle varie tipologie di bollettino in cui l'informazione meteorologica d'osservazione è organizzata (metar, synop, syrep). La Ricerca generica consente anche ai non addetti ai lavori di accedere al catalogo dei parametri di proprio interesse, a prescindere dalla tipologia di bollettino di provenienza. Allo stato attuale il sito non ospita ancora il catalogo delle statistiche e degli indici che i nostri sistemi sono in grado di elaborare ne' la possibilità di richiedere aerosondaggi, bollettini meteomar, mappe meteorologiche, immagini da satellite, dati di fulminazione, etc. In attesa che queste ed altre funzionalità di richiesta siano inserite, il portale mette a disposizione la modalità Richiesta libera, che utilizza la posta elettronica.

Dopo aver scelto quale modalità di ricerca da utilizzare, la navigazione del catalogo inizia con la selezione delle stazioni di interesse. L'interfaccia grafica consente di spostare il segnaposto a piacimento e di impostare un raggio d'azione a partire dalla località contrassegnata: tutti i siti d'osservazione meteorologica AM ed ENAV che ricadono entro l'area individuata vengono automaticamente selezionati. E' possibile modificare la selezione operando con il mouse sull'elenco o sulla mappa interattiva.

Interfaccia grafica di selezione
del sito di osservazione


A questo punto è necessario selezionare i parametri meteorologici di proprio interesse o, in alternativa, l'intero bollettino e richiederne la visualizzazione della disponibilità.


Finestra di selezione della data
e dei parametri meteo



Una volta verificata l'effettiva disponibilità dei dati nell'archivio ...



Visualizzazione disponibilitÓ dei dati

... l'Utente potrà aggiungere la richiesta al carrello e prendere visione del preventivo di spesa, che dipende dal tipo di utenza e dalla categoria di utilizzo.



Visualizzazione carrello e costo dei dati

Se l'Utente ha già effettuato l'autenticazione, il sistema riconosce la tipologia di appartenenza e la categoria di utilizzo prevalente ed è in grado di calcolare il costo, altrimenti (tramite combo box) occorre specificare tali informazioni. E' possibile svuotare il carrello attraverso l'opportuno pulsante.

Solo per dare esecuzione effettiva alla richiesta e al rilascio dei dati è necessaria la registrazione tramite l'apposito modulo (raggiungibile per mezzo del relativo link sulla spalla sinistra).




Modulo di registrazione

Il contenuto del carrello non viene perso.



Pannello Stato richieste

Cliccando sul tasto Invia richiesta si sottopone al sistema la richiesta in oggetto. Vengono così generate ed inviate automaticamente:
  • la lettera propositiva, che riporta i siti di osservazione, i periodi di interesse e i parametri meteorologici richiesti, con relativo preventivo;
  • la lettera impegnativa, modulo da compilare e sottoscrivere a cura dell'Utente, che fissa i termini di impiego dei dati richiesti.
Da questo momento l'Utente può controllare lo stato dei suoi acquisti facendo click sul link Stato richieste.

Il pagamento, per il momento, può essere effettuato solo tramite bonifico bancario o bollettino postale, prossimamente anche in modalità elettronica. Dopo l'invio al CNMCA, via fax o email, del bollettino di pagamento e della lettera impegnativa, l'Utente sarà abilitato ad effettuare il download dei propri dati sempre dalla pagina Stato richieste. Seguirà la lettera formale di cessione dei dati (inviata via email ma custodita in originale agli atti dell'ufficio) che certifica la provenienza e legittima l'utilizzo ufficiale dei dati stessi.



Area ad accesso libero - spalla destra

Passiamo ora ad un breve excursus sui contenuti editoriali presenti in clima.meteoam.it, navigabili mediante la spalla destra sel sito. Si tratta di un'area dedicata alle informazioni e all'approfondimento sui temi del clima. Nella prima sezione sono presenti i principali resoconti climatici del CNMCA (bollettini, grafici e tabelle di stazione, atlante climatico, effemeridi, etc.); nella seconda gli approfondimenti (notizie, pubblicazioni e rapporti); nella terza i link tematici: questi spaziano su una gamma molto vasta di argomenti a carattere climatologico.

Le informazioni disponibili sono molteplici ed offrono contenuti ed elaborazioni complementari, ad iniziare dal Bollettino decadale in cui i valori di temperatura e di precipitazione, attesi in base alla norma climatica, sono confrontati con quelli effettivi, sulla base temporale di dieci giorni.





Nei Grafici di stazione i valori mensili degli stessi parametri meteorologici vengono confrontati con il riferimento climatico (Climatic Normals, detto brevemente CLINO) calcolato su base trentennale. Nel loro complesso i resoconti climatologici presentati nel sito costituiscono una vetrina che permette di evidenziare i riferimenti climatici relativi ai trentenni 1961-1990, principale, e 1971-2000, secondario, ma anche di poter valutare gli scostamenti dalla norma climatica, meglio noti come anomalie.





Da notare che il riferimento climatico secondario relativo al periodo 1971-2000 viene denominato nel sito Atlante climatico essendo questo il titolo della pubblicazione che ha visto la luce nel 2008 in forma cartacea.





Nel Bollettino mensile l'entità delle anomalie mensili è rappresentata in forma grafica sul territorio nazionale attraverso una scala di colore.
Tale bollettino fornisce un'altra caratterizzazione dell'andamento climatico, complementare ai valori medi presenti sulle pagine del CLINO, ovvero i valori estremi, oggetto di crescente attenzione da parte della comunità scientifica. I valori estremi consistono in grandezze mirate a caratterizzare l'andamento mensile complessivo (medie estreme per le temperature e totali di precipitazione mensili per le piogge) e in valori giornalieri, dei quali si fa rilevare l'entità confrontandoli con gli analoghi "estremi" precedenti specifici di ogni osservatorio su serie storiche risalenti all'inizio degli anni '50, e quindi su un periodo di circa sessant'anni. Tali valori danno un'idea della variabilità meteorologica e dell'ampiezza della distribuzione dei dati attorno alle medie.
Il bollettino mensile contiene anche informazioni sui dati di fulminazione, precipitazione nevosa, radiazione solare ultravioletta e globale, ozono e durata del soleggiamento (eliofania).

Abbastanza completa, infine, è l'informazione relativa agli eventi sinottici che si sono verificati nel corso del mese e che hanno prodotto danni a persone o cose.





Nella sezione Resoconti climatici una curiosità è rappresentata dalla possibilità di esaminare le effemeridi solari e lunari, la cui redazione è tradizionalmente affidata alla divisione di Climatologia.

Si è cercato di fornire un'informazione completa, sotto forma dei numerosi collegamenti presenti nella sezione Approfondimenti, riguardo alla conoscenza di parametri atmosferici che controllano il clima o particolari fenomeni ciclici presenti in atmosfera che, per mezzo delle cosiddette teleconnessioni, potrebbero influenzare l'andamento del tempo meteorologico in zone diverse e lontane da quelle in cui si manifestano. Intendo riferirmi, in particolare, alle oscillazioni della pressione nel Pacifico meridionale che danno origine, attraverso meccanismi di interazione oceano - atmosfera, al molto noto fenomeno El Nino; o a quelle nell'Atlantico settentrionale, che determinano la meno nota NAO (North Atlantic Oscillation) che, però ci influenza spesso, soprattutto nel periodo invernale.

Sono stati inseriti anche numerosi utili collegamenti (Link tematici), ad esempio ai Bollettini della NOAA statunitense, nei quali si redigono i bilanci relativi all'andamento di temperature e precipitazioni a livello mondiale. Grazie a un collegamento al portale oceanografico navale statunitense (USNO) ciascuno, fornendo le coordinate del luogo in cui si trova, può generare effemeridi solari, lunari, stellari e planetarie personalizzate.

Queste quindi saranno le caratteristiche del sito: l'illustrazione del clima medio che si è verificato nel passato e i confronti del tempo meteorologico attuale con la media climatica; un aggiornamento costante attraverso gli ultimi report climatologici nazionali ed internazionali; la possibilità di navigare il catalogo dei dati di osservazione del Servizio Meteorologico delll'Aeronautica Militare e di ottenere delle forniture costruite personalmente dall'utente attraverso tecnologia web. Ognuno potrà perciò avere una giustificazione degli eventi meteorologici che ha vissuto nel recente passato, anche sulla base dei dati certificati ottenuti attraverso il portale, e stimare di quanto il tempo si sia scostato dal riferimento climatico.


Il capo della divisione di Climatologia del CNMCA
Col. Tiziano Colombo


Pratica di Mare, 4 novembre 2009